testalino master

Master Executive in Psi saluteMaster executive in Psicologia della salute con il metodo palestra di vita

 

Per lavorare nelle RSA e condurre la palestre di vita sul territorio.

V° edizione con contenuti e didattiche aggiornate alle richieste e ai bisogni del settore. Direttore scientifico, prof. Pietro Piumetti.

La Palestra di Vita attraverso l’approccio ecologico sociale, integrato con la psicoanalisi applicata ai malesseri contemporanei e il pensiero positivo della prevenzione e della salute e le neuroscienze diventa un metodo privilegiato per responsabilizzare il soggetto a integrarsi con il sociale, imparando ad accettare la mancanza esistenziale ed a utilizzare parole piene in sintonia con il proprio desiderio per vivere in modo etico e non patologico la sua vita.

 

Organizzato in partnership con:

img13img11

 

 

 

  

Locandina

La proposta e le sue motivazioni

Forti dell’esperienza della Palestra di Vita nelle RSA e sul territorio, attività ideata da Pietro Piumetti nel 1995 e gestita dal Consorzio Socio-Assistenziale del Cuneese. Attualmente sono una cinquantina le Palestra di Vita e sessantasette i conduttori formati presso l’Istituto Universitario Salesiano di Torino con il Corso universitario di perfezionamento in psicologia dell’invecchiamento con il metodo palestra di vita.

Si è valutato di trasformare il suddetto corso di perfezionamento in un Master executive sulla psicologia della salute per estendere le peculiarità della Palestra di Vita anche a persone più giovani secondo il detto: “Una buona vecchiaia si prepara fin da giovani” che offre anche più opportunità lavorative ai futuri conduttori.

 

Obiettivi primari del Master executive in Psicologia della salute con il metodo palestra di vita sono:

a) Formare gli psicologi nell’ambito della psicologia della salute per prevenire gli stili di vita a rischio, responsabilizzando alla pratica di un sano stile di vita, a pensare positivo, ad attivare l’empowerment e a vivere la vita ascoltando il proprio desiderio in un’esperienza di legame con il sociale

b) Specializzare gli psicologi a lavorare nelle RSA

c) Abilitare gli psicologi, i laureati in psicologia e gli operatori socio-sanitari alla conduzione della Palestra di Vita

 

Spetta allo psicologo partecipare alla stesura, alla verifica e all’aggiornamento dei PAI e anche curare la formazione e supervisione del personale, offrendo inoltre consulenza e sostegno ai familiari delle persone assistite.

La Palestra di Vita, attraverso l’approccio ecologico-sociale verde, integrato con la psicologia positiva, della prevenzione, della salute, l’approccio psicodinamico e le neuroscienze, diventa un metodo privilegiato per valorizzare le risorse dell’anziano, del caregiver e del contesto, oltre a gestire le varie patologie.

La metodologia della Palestra di vita

La Palestra di Vita viene definita un metodo polivalente, bio-psico-socio-educativo, per migliorare la qualità della vita delle persone anziane e di chi le assiste.

Si avvale della psicologia, medicina e professioni che ruotano intorno all’invecchiamento, in un’ottica integrata ed olistica che assegna alla persona e non al corpo malato il ruolo di protagonista della salute.

La Palestra di Vita (PdV) può rappresentare inizialmente un’attività di animazione psicologica di gruppo a cadenza settimanale  per  “dar vita agli anni” delle persone anziane.

In un secondo tempo diventare il motore dell’assistenza psicologica e delle altre attività di trattamento, metodo integrato di lavorare, di intendere i progetti, di affrontare i problemi.

Le attività del metodo PdV rappresentano delle importanti opportunità di riattivazione della mente, del cuore e del cervello degli anziani e di chi li assiste”  (M. Cesa-Bianchi).