News ed Eventi

Università: collaborazione scientifica e sviluppo sociale

Firmato un accordo di cooperazione interuniversitaria tra Università degli Studi di Torino, Università Pontificia Salesiana e Politecnico di Torino

Venerdì 10 Luglio 2020, alle ore 11.30, nell’Aula Magna della Cavallerizza Reale dell’Università di Torino (Via Verdi 9), il Rettore dell’Università di Torino, Stefano Geuna, il Rettore del Politecnico di Torino, Guido Saracco e il Rettore dell’Università Pontificia Salesiana, Mauro Mantovani (collegato in video-conferenza) hanno presentato alla stampa l’accordo di cooperazione interuniversitaria tra i tre atenei per attività tecnico-scientifiche e formative.

Un patto di cooperazione interuniversitaria, espressione della loro comune missione educatrice. Questa Convenzione è un importante esempio di collaborazione tra la rete universitaria italiana e quella ecclesiastica, con un alto valore scientifico e culturale; un’alleanza significativa che pone al centro gli studenti e la ricerca accademica.

Sono inoltre intervenuti il Prof. Alessandro Zennaro, Direttore del Dipartimento di Psicologia e referente dell’Università di Torino per l’attuazione della convenzione, il Prof. Sebastiano Foti, Vice Rettore per la Didattica referente del Politecnico di Torino per l’attuazione della convenzione e il Prof. Alessio Rocchi, Direttore Generale dell’Istituto Universitario Salesiano Torino Rebaudengo e delegato dell’Università Pontificia Salesiana per l’esecuzione della convenzione.

L’accordo facilita forme permanenti di collaborazione scientifica, anche mediante progetti integrati di ricerca tra docenti e ricercatori dei tre Atenei. Da un punto di vista didattico, si offre l’opportunità ai rispettivi studenti di frequentare singoli corsi di insegnamento attivati presso gli altri Atenei, sostenere i relativi esami e ottenere il riconoscimento dei crediti coerenti con il corso di studio. Gli Atenei si impegnano inoltre, laddove siano presenti curricoli e titoli affini, a favorirne il reciproco riconoscimento.

La Convenzione facilita inoltre, secondo modi e tempi da stabilirsi di volta in volta, l’accesso reciproco di studenti e docenti alle diverse strutture didattiche e di supporto, come biblioteche e laboratori. Potranno essere inoltre attivati curricoli joint-degree finalizzati al conseguimento dei gradi accademici, corsi interuniversitari di perfezionamento, di specializzazione e dottorati di ricerca.

“La firma di questo accordo di cooperazione costituisce un importante rafforzamento della rete universitaria e accademica in campo scientifico e didattico. – dichiara il Rettore dell’Università di Torino, Stefano Geuna - È il segno di una forte attenzione verso tutte le opportunità di sviluppo della conoscenza e della formazione. La convenzione rende possibili numerose eccellenti opportunità di scambio per ricercatori e docenti, ma contiene anche linee precise di potenziamento della didattica: dai corsi di laurea di I livello fino ai dottorati. Oltre a questo, però, un significato particolare acquisisce la collaborazione per mettere in atto azioni concrete e iniziative congiunte finalizzate a perseguire il benessere delle persone, valorizzando il capitale umano operante nelle rispettive comunità universitarie. Tanto più in questo periodo di pandemia. Ancora una dimostrazione di come una radicata vocazione allo sviluppo sociale e civile accomuni i nostri Atenei”.

“L’epoca che stiamo vivendo rende sempre più evidente la necessità di rafforzare con discipline socio-economiche, filosofiche e con quelle che in senso ampio vengono denominate “scienze sociali” la formazione dei tecnici, quindi dei nostri futuri ingegneri, architetti, designer e pianificatori. Anche la ricerca è sempre più trasversale e ricomprende discipline un tempo ben distinte e separate, che oggi si integrano in progetti complessi, che oltre all’aspetto tecnico considerano anche l’impatto sull’uomo e sulla società. Questa convenzione va proprio in questa direzione di collaborazione a livello cittadino, a vantaggio degli studenti dei tre atenei e di tutte le nostre attività di ricerca”, commenta il Rettore del Politecnico di Torino Guido Saracco.

“Per l’Università Pontificia Salesiana, che a Torino è presente attualmente con una sezione della Facoltà di Teologia e con lo IUSTO (Istituto Universitario Salesiano Torino), aggregato alla Facoltà di Scienze dell’Educazione - ha dichiarato il Rettore dell’UPS, prof. Mauro Mantovani - si tratta di un’ulteriore significativa apertura alla collaborazione e alla sinergia interuniversitaria, che si realizza proprio nell’anno in cui celebriamo l’80.mo della nostra fondazione che avvenne nel maggio 1940 proprio nel capoluogo piemontese, lì dove è vissuto e ha operato don Bosco”.

“La stipula di questa convenzione assume un significato particolare per il nostro territorio” – ha commentato il Prof. Alessio Rocchi, Direttore Generale dello IUSTO e delegato dell’UPS per l’esecuzione della convenzione – Come atenei abbiamo la concreta possibilità di cooperare localmente per competere meglio globalmente; di fronte alle sfide presenti e future, le nostre università possono davvero fare la differenza nella produzione e nella valorizzazione della conoscenza”.

download COMUNICATO STAMPA

RASSEGNA STAMPA

 

0
0
0
s2sdefault

Partecipa, entro il 31 luglio!

concorso letterario IUSTO

Dalla fine di febbraio 2020 il nostro “mondo” è cambiato. Abbiamo avuto avvisaglie che in altre parti del pianeta qualche cosa stesse accadendo, ma erano posti così lontani fisicamente e culturalmente che mai avremmo pensato potesse succedere anche da noi. Tuttavia ciò è avvenuto, ci ha colti da vicino, impreparati e increduli.

Abbiamo dovuto rifugiarci nelle nostre abitazioni, cambiando completamente la routine quotidiana, il nostro modo di rapportarci, di vivere gli affetti.

I giorni del coronavirus resteranno, quindi, nella storia dell'umanità come un'esperienza inattesa, tragica e del tutto nuova.

Un periodo attraversato non da una, ma da diversi tipi di umanità: chi purtroppo non ce l'ha fatta, chi è guarito, chi è rimasto a casa, chi ha perso dei cari, chi ha trasgredito le norme di sicurezza, chi ha dovuto continuare a lavorare perché medico, infermiere o impegnato in occupazioni considerate essenziali, chi il lavoro lo ha perso...

Ma in questo periodo buio c’è stato qualche sprazzo di luce; abbiamo riscoperto la nostra casa, la nuova vicinanza dei nostri cari, un nuovo modo di stare assieme, la solidarietà tra vicini...Come raccontare questi giorni?

Come narrare l’angoscia, le speranze, le altalenanti emozioni davanti alle tante cifre, alle tante immagini che ci venivano rimandate?

Vi proponiamo di farlo attraverso un disegno, una foto, un racconto, una poesia, un video, per narrare i giorni del virus, come ognuno li ha vissuti dal proprio unico e irripetibile punto di vista; si chiede anche di pensare al futuro, di capire che cosa abbiamo imparato in queste tragiche giornate e che cosa potrà esserci utile per costruire un'umanità migliore.

Potranno partecipare tutti gli interessati

 

CATEGORIE

Sono previste due categorie di partecipanti:

  • under 25
  • over 25

Ogni categoria è suddivisa in tipologie:

  • narrazione iconografica (fotografie, disegno, video)
  • narrazione lessicale (racconto, poesia, novella)

PREMI

Per ogni tipologia verranno assegnati il primo e il secondo posto. IUSTO erogherà buoni libri acquistabili per un controvalore pari a:

  • 100 euro per il primo posto
  • 50 euro per il secondo posto

TEMPISTICHE E SCADENZE

Le vostre narrazioni dovranno essere inviate a IUSTO a [email protected] in formato file (vedi indicazioni sottostanti) entro il 31/07/2020.

Nella mail dovranno anche essere specificati: Nome e Cognome dell’autore dell’opera/Data di nascita/Recapito telefonico.

Una commissione composta da tre membri (prof. Ezio Risatti, prof.Raffaele Mantegazza, dott.ssa Elena Buffa) valuterà quanto pervenuto e proclamerà i vincitori entro il 30/09/2020.

FORMATI E DIMENSIONI

Narrazione per immagine

  • Fotografie: da una a tre fotografie o il formato del file potrà essere PDF o JPG, con una risoluzione minima di 300 pixel/pollice ed una dimensione massima di 25Mb. Per l’inoltro, oltre all’invio diretto all’email [email protected], è possibile utilizzare uno dei servizi gratuiti online (tipo WeTransfer).
  • Disegno: su qualsiasi supporto o il formato del file potrà essere PDF o JPG, con una risoluzione minima di 300 pixel/pollice ed una dimensione massima di 25Mb. Per l’inoltro, oltre all’invio diretto all’email [email protected], è possibile utilizzare uno dei servizi gratuiti online (tipo WeTransfer).
  • Video: durata massima 120 secondi o il formato mp4. Codifica H264 -MPEG-4 AVC 10 part, con una risoluzione minima HD 1280 x 720. Dimensione complessiva massima del file 1Gb. Per l’inoltro, oltre all’invio diretto all’email [email protected], è possibile utilizzare uno dei servizi gratuiti online (tipo WeTransfer).

Narrazione lessicale

  • Racconto: carattere Calibri 12, max 8000 battute inclusi gli spazi.
  • Poesia: carattere Calibri 12, max 30 righe.
  • Novella: carattere Calibri 12, max 8000 battute inclusi gli spazi.

Il formato dovrà essere PDF

LEGGI TUTTO IL BANDO

0
0
0
s2sdefault

Corso di perfezionamento universitario in Psicologia perinatale: approcci teorici, strumenti e tecniche per l’intervento

Psicologia perinatale IUSTO Torino“C’è una tribù in Africa dove la data di nascita di un bambino non si conta dal giorno in cui è nato, neppure dal giorno in cui è stato concepito, ma dal giorno in cui è stato pensato per la prima volta da sua madre." (Kornfield, 1996).

Il corso costituisce una proposta formativa di alta specializzazione nel panorama dei corsi sulla perinatalità, unico nel suo genere per livello di trasversalità, completezza delle tematiche trattate e integrazione tra competenze teorico-pratiche.

Prevede la partecipazione dei più grandi esperti nazionali in qualità di docenti come Antonio Imbasciati, Loredana Cena, Claudia Ravaldi.

Il corso intende fornire le conoscenze e competenze inerenti la Psicologia Perinatale, una disciplina in crescente sviluppo per via della difficoltà che caratterizza il divenire genitori oggi e dai crescenti sbocchi occupazionali.

 

 Dona 5x1000 alla ricerca IUSTO

Il tuo contributo aiuterà a finanziare BORSE DI STUDIO a favore di studenti meritevoli, che si trovano in condizioni di difficoltà economica.

In questa delicata fase, che, inevitabilmente sta facendo emergere nuove situazioni di difficoltà economica per molti nuclei familiari, oltre che per l’impossibilità per molti studenti di proseguire eventuali attività lavorative con cui contribuiscono agli studi, IUSTO grazie alle donazioni che riceverà, potrà sostenere concretamente i suoi studenti nel diritto allo studio.

Inoltre, potranno anche essere finanziati progetti di ricerca per studi o interventi specifici a sostegno della situazione emergenziale Covid, come il sostegno psicologico agli operatori sanitari.

0
0
0
s2sdefault

Scholarship day IUSTO

 

giovedì 11 giugno ore 10.30

Visto il difficile periodo che stiamo vivendo, abbiamo deciso di celebrare "a distanza" i vincitori delle Borse di Studio 2019/2020. Era tradizione che il consueto appuntamento avvenisse durante la festa di fine anno accademico. Dal momento che quest'anno non è possibile organizzare tale evento, desideriamo comunque festeggiare gli studenti borsisti ricreando un momento di condivisione #DISTANTIMAUNITI con tutta la comunità accademica e con tutti coloro che vorranno unirsi.

Per l’anno accademico 2019/2020, IUSTO ha messo a disposizione 18 borse di studio per un valore complessivo di 12.000€. Per la nostra università è infatti fondamentale favorire l’accesso alla formazione accademica, valorizzando in particol modo gli studenti più meritevoli.

Ad arricchire ancor più l'evento, l'intervento del prof. Raffaele Mantegazza dal titolo "L'antivirus della cultura". Il professore parlerà di come, nei momenti di crisi, la cultura può aiutare a trovare una strada per non perdersi, affermando che forse gli esseri umani hanno inventato la cultura per essere meno soli e per poter tollerare la paura. Oggi, nel momento in cui ci troviamo ad affrontare cambiamenti radicali nel nostro modo di vivere, lo studio e l'approfondimento culturale possono veramente costituire una via d'uscita per un'umanità che vuole sconfiggere un virus senza però perdere il "vizio" di essere profondamente umani.

Per proseguire con la presentazione del Concorso artistico-letterario “I giorni del virus”: Come raccontare questi giorni? Come narrare l’angoscia, le speranze, le altalenanti emozioni davanti alle tante cifre, alle tante immagini che ci venivano rimandate? Vi proponiamo di farlo attraverso un disegno, una foto, un racconto, una poesia, un video, per narrare i giorni del virus, come ognuno li ha vissuti dal proprio unico e irripetibile punto di vista; si chiede anche di pensare al futuro, di capire che cosa abbiamo imparato in queste tragiche giornate e che cosa potrà esserci utile per costruire un'umanità migliore.  Premi in palio: buoni libri.

La mattinata si conclude con l'intervento "#DISTANTIMAUNITI" del nostro Preside, Ezio RISATTI e con un momento di saluti finali di tutti coloro che vorranno intervenire.

Bando di partecipazione

Potranno partecipare tutti gli interessati.

0
0
0
s2sdefault

iusto non si ferma

 

Per far fronte al difficile periodo che stiamo vivendo abbiamo attivato diverse modalità per continuare a garantire il nostro servizio e per ridurre le distanze attraverso iniziative on line.

0
0
0
s2sdefault

educatore prima infanzia

Baccalaureato (o Laurea triennale) in Scienze dell’Educazione con indirizzo in Educatore dei Servizi Educativi per l’Infanzia

Il titolo è rilasciato dall’Università Pontificia Salesiana di Roma - Facoltà di Scienze dell’Educazione, può essere paragonabile nell’ordinamento italiano alla Classe di laurea L-19.

Il percorso dura 3 anni (6 semestri) e prevede l'acquisizione di 180 ECTS (European Credits Transfer System o CFU secondo l'ordinamento italiano).