Mediatore interculturale 2016-17

Corso di Formazione Professionale GRATUITO per Cittadini stranieri disoccupati. COMPILA SUBITO DA DOMANDA ON LINE!

In attesa di approvazione e finanziamento dalla Città Metropolitana di Torino.

Il mediatore interculturale svolge attività di collegamento tra le culture straniere e le strutture, i servizi e le istituzioni locali e nazionali collaborando alla ricerca di risposte alle esigenze di integrazione degli immigrati. 

 Domanda di ammissione

 

FONDO SOCIALE EUROPEO 2014-2020

SBOCCHI PROFESSIONALI

Presta la propria opera presso strutture e servizi, sia pubblici che privati (ASL, ospedali, consultori, scuole, centri di accoglienza, servizi socio assistenziali, carceri, uffici pubblici sia statali che dell'amministrazione locale ecc.)
Collabora con gli operatori dei servizi pubblici e privati affiancandoli nello svolgimento delle loro attività e partecipando alla programmazione degli interventi al fine di garantirne l'efficacia.
L'allievo potrà finalizzare la professionalità acquisita al fine di fornire la propria opera a soggetti pubblici e privati precedentemente citati, anche promuovendo con altri allievi la costituzione di un'impresa di servizi in regime di cooperativa.

>> Approfondisci

DESTINATARI E PREREQUISITI

Cittadini stranieri disoccupati o inoccupati, residenti in Italia e in possesso di un Diploma di scuola secondaria di secondo grado o laurea.  Ove il titolo di laurea sia stato conseguito nel paese di origine, i candidati dovranno esibire il certificato tradotto in italiano e la relativa Dichiarazione di Valore. In caso di possesso di un diploma di scuola media superiore conseguito all'estero sarà necessario esibire l'equipollenza rilasciata dal MIUR. 

Coloro che non sono in possesso della Dichiarazione di Valore, rilasciata dal Consolato/Ambasciata del proprio paese (allegate di traduzione ufficiale) o l'equipollenza rilasciata dal MIUR, dovranno sostenere e prove IFTS di accertamento-accreditamento delle competenze di ingresso.

>> Riconoscimento titoli di studio

Attività preliminari
Verranno fornite informazioni di orientamento sul corso e sulla figura professionale.
Sara' effettuata la verifica del livello minimo dei prerequisiti (ON/OFF) o livelli superiori al minimo necessario.
In caso di almeno un titolo di Diploma di maturità di scuola secondaria di secondo grado italiano o conseguito nel proprio paese di origine tradotto e asseverato oppure nel caso di superamento delle prove di accertamento-accreditamento delle competenze di ingresso per gli IFTS saranno verificati i prerequisiti in ingresso secondo le modalità previste dal Bando.

ISCRIZIONE ALLA SELEZIONE

Il corso è in attesa di approvazione e finanziamento dalla Città Metropolitana di Torino.

Per accedere alle selezioni è necessario compilare correttamente la domanda di ammissione on line entro il 10/10/2016 ed essere in possesso di tutti i requisiti e documentazione richiesta.

1) Per accedere alle prove di selezione i candidati dovranno essere in possesso di un Diploma di scuola secondaria di secondo grado o laurea conseguito in Italia.  Se il titolo di laurea è stato conseguito nel paese di origine i candidati dovranno essere in possesso di traduzione in italiano e relativa dichiarazione di valore rilasciata dal Consolato/Ambasciata (nel documento dovrà essere esplicitato che si tratta di una dichiarazione di valore). Se il diploma di scuola secondaria di secondo grado è stato conseguito all'estero i candidati dovranno presentare l'equipollenza rilasciata dal MIUR.

Coloro che  non sono in possesso dell'equipollenza rilasciata dal MIUR del Diploma di scuola secondaria di secondo grado o della dichiarazione di valore del titolo di laurea conseguiti nel proprio paese di origine dovranno sostenere le prove IFTS.

Coloro che sono in possesso di asseverazione dovranno sostenere le prove IFTS. Coloro che non superano le prove IFTS non potranno essere ammessi al corso.

2) I/le candidati/e che compileranno correttamente la domanda di ammissione on line, al termine della procedura  riceveranno una e-mail con il riepilogo dei dati inseriti. Nel caso in cui la domanda di ammissione on-line non sia stata compilata correttamente, il/la candidato/a non riceverà la e-mail di conferma dal sistema telematico, si rende quindi necessario ripetere la procedura on line.
 
3) Al momento della domanda di ammissione on-line il/la candidato/a dovrà
a. Inserire i dati richiesti
b. Dichiarare di essere in possesso di tutti i requisiti richiesti (NB: coloro che dichiarano di possedere i requisiti richiesti senza esserne in possesso saranno esclusi dalle graduatorie)
c. Dichiarare di essere in possesso di tutta la documentazione richiesta (NB: coloro che dichiarano di possedere la documentazione richiesta senza esserne in possesso saranno esclusi dalle graduatorie)

PROCEDURA DI SELEZIONE

 Bando di selezione

I candidati che hanno eseguito correttamente la domanda di ammissione potranno verificare l'orario in cui dovranno presentarsi nella lista di convocazione pubblicata in questa sezione il 11/10/2016 ore 13.00.

Il giorno della selezione (12/10/2016) bisogna presentarsi di persona con originale e fotocopia cartacea:
1) documento di identità in corso di validità (carta di identità o passaporto)
2) codice fiscale 

Si ricorda che al momento delle prove di selezione i candidati dovranno essere in possesso di tutti i requisiti e documentazione richiesti per la partecipazione al percorso formativo in oggetto. Il/la candidato/a che non sarà in possesso dei requisiti richiesti verrà automaticamente escluso.

Dovranno sostenere le prove IFTS coloro che:
- al momento delle prove di selezione, sono in possesso di un Diploma di scuola secondaria di secondo grado o laurea conseguito nel proprio paese di origine e che non sono in possesso della dichiarazione di valore.
- coloro che sono in possesso di asseverazione.
Coloro che non superano le prove IFTS non saranno ammessi al corso.

La selezione dei/lle candidati/e  avviene con la prima prova composta da una batteria di prove scritte per accertare:
a.la conoscenza della lingua e della cultura italiana,
b.la coerenza attitudinale del candidato con le caratteristiche del mediatore interculturale

Saranno ammessi alla seconda prova: colloquio attitudinale e motivazionale i primi 36 classificati.

I/le candidati/e ammessi/e alla seconda prova dovranno consegnare presso la Segreteria Studenti la seguente documentazione in formato cartaceo: 

  • Regolare permesso di soggiorno in Italia in corso di validità      
  • Autocertificazione stato occupazionale (scarica modulo)
  • Iscrizione al Cpi (Centro per l'impiego) effettuata da non più di 6 mesi
  • Curriculum vitae formato europeo (datato e sottoscritto)
  • Titolo di studio previsto da Bando di selezione

La prima prova si terrà il 12 ottobre 2016 - La prova potrà avvenire al computer. Computer based test ovvero potrà essere svolta presso aule attrezzate con postazioni informatiche. In considerazione del numero di partecipanti, la prova potrà svolgersi in più turni.

Le prove IFTS si svolgeranno il 25 ottobre 2016.

I colloqui motivazionali si svolgeranno il 27 e 28 ottobre 2016. Le date potranno subire variazioni che saranno comunicate in tempo utile.

I/le candidati/e ammessi/e al corso devono formalizzare l'iscrizione presentandosi personalmente in Segreteria Studenti entro il 04/11/2016 ore 12.30 con la seguente documentazione:

  • N. 2 marche da bollo da  € 16,00
  • N. 1 fotografia formato tessera (sul retro scrivere in stampatello nome e cognome)
  • N. 2 copie del modulo di iscrizione (scaricabile dal 03/11/2016)
  • N. 1 scheda isfol (scaricabile dal 03/11/2016)

OBIETTIVI FORMATIVI
Il mediatore interculturale svolge attività di collegamento tra le culture straniere e le strutture, i servizi e le istituzioni locali e nazionali collaborando alla ricerca di risposte alle esigenze di integrazione degli immigrati.

Al termine del corso il candidato sarà in grado di:

-Valorizzare le identità dei singoli nel rispetto delle differenze
-Individuare vincoli e opportunità dei contesti interculturali
-Favorire contesti di collaborazione/integrazione
-Relazionarsi con i servizi

-Coinvolgere l’utente straniero e i soggetti autoctoni
-Sostenere l’interlocutore nel processo di integrazione interculturale
-Partecipare alla programmazione degli interventi rivolti ad immigrati/autoctoni

STRUTTURA DIDATTICA

Anno formativo 2016/17*

600 ore totali,  suddivise in 200 tirocinio e 400 ore di lezione frontale.

FREQUENZA

La frequenza minima richiesta è di 2/3 del monte ore complessivo.

Durata: da novembre 2016 a luglio 2017.

L'avvio corso sarà 8 novembre 2016.*

Orario: da lunedì a venerdì dalle 9.00 alle 14.00. Potrebbe essere previsto un pomeriggio.

Il Calendario e l'orario delle lezioni potranno subire variazioni che saranno comunicate.

METODOLOGIA

Le modalità formative utilizzate sono l’interazione di lezioni teoriche con l’utilizzo di metodologie attive e partecipative, tecniche di animazione di gruppo, analisi di casi e discussioni in forma assembleare.

CERTIFICAZIONE FINALE

Al termine del corso, agli allievi che frequentano almeno i 2/3 del monte ore complessivo e previo superamento dell’esame finale, ai sensi della Legge Nazionale 845/1978 e della L.R. 63/1995, viene rilasciato l’attestato di specializzazione valido per l’inserimento lavorativo, comprensivo di allegato contenente l’indicazione delle competenze acquisite.

 

Domanda di ammissione

 

*In attesa di approvazione e finanziamento dalla Città Metropolitana di Torino.

SEDE

Il corso si svolgerà presso SSF Rebaudengo/IUSTO, Piazza Conti di Rebaudengo 22, Torino. Come raggiungerci>>

Per informazioni telefoniche:
011 2340083. Lun-Ven: 9.00-13.00/14.00-17.30

La segreteria studenti è in P.zza Rebaudengo, 22 - 10155 Torino.  Secondo piano. Rispetta i seguenti Orari >>