Remember Me - Conferenza Pubblica in Anteprima Mondiale.

Progetto: Attivazione in Italia del Servizio Motorio Nazionale “Laura Sperandio”.

Benvenuto: prof. Ezio Risatti, Preside di IUSTO. Presenta, introduce e conclude dott.ssa Roberta Benedetta Casti.Relatore prof. Ginetto Bovo

 

Orario: 18.30 alle 20.30 - Aula dei 35 (2 piano). Istituto Universitario Salesiano Torino Rebaudengo IUSTO - Piazza Conti Rebaudengo, 22. Ingresso gratuito sino ad esaurimento posti.    

ALZHEIMER
Interazione energia sottesa (9,74 (10) x 108 =  109 = 1 MLD) materia (massa concentrata o nucleone 1), consumo di ossigeno a riposo, stress ossidativo e atrofia cerebrale: importanti effetti anti progressivi dell’Attività Fisica Innovativa o Mirata o Appropriata o Scienza Quasi Perfetta.

Scopo
Determinare nell’opinione pubblica e nei co-titolari del Servizio Motorio Nazionale “Laura Sperandio” il convincimento che è possibile un mondo quasi senza Alzheimer (NB: numero ipotizzato di pazienti Alzheimer nel mondo 66 milioni entro il 2030, dati ADI). Obiettivo primario dell’iniziativa è di mettere in chiara luce come tutte le cause, anche quelle patologiche, es. Alzheimer, nel comportamento della materia  siano da vedere nell’interazione quanti o fotoni massa, ovvero energia e materia. A nessuno al mondo fino ad oggi ha pensato di impiegare nell’uomo l’attività fisica per stabilizzare i sistemi atomici instabili   e quindi migliorare l’interazione energia massa  ignorando del tutto il fatto che quando si analizza solo la materia si comprende un miliardesimo della sua realtà. La questione non è irrilevante perché un’impostazione metodologica di questo tipo ci proietterebbe immediatamente nell’era della prescrizione atomica o subatomica dell’esercizio fisico nella prevenzione e cura di numerose malattie che affiggono pesantemente la nostra società, sia in termini di salute pubblica che di interesse economico collettivo (leggi spesa sanitaria quale principale costo del bilancio nazionale). Ginetto Bovo

Destinatari
La conferenza si propone di far avviare urgentemente in Italia a cura delle 8104 Autorità Motorie Pubbliche Territoriali che compongono il Servizio Motorio Nazionale (Commissaria europea, Ministro e  Assessori regionali, provinciali e comunali solo istituzionalmente ma non professionalmente competenti in materia di esercizio fisico), gli omologhi  corsi pubblici di attività fisica innovativa o mirata o appropriata nella prevenzione e nel controllo dell’Alzheimer. I programmi dei corsi dovranno essere imperniati sulla base della correlazione che lega offerta metabolica, capacità antiossidante e ossidante, stress ossidativo, formazione di beta amiloide e groviglio intracellulare, distruzione  neuronale e atrofia  cerebrale con l’appropriata gamma di valori di potenza metabolica (E/t),  durata e  frequenza dell’esercizio. I kits per la valutazione quantitativa dei sistemi di ossido riduzione cerebrale potrebbero essere reperiti presso una abilitata compagnia americana. Destinatari della conferenza sono anche gli stakeholder che ruotano attorno al mondo della prevenzione dell’Alzheimer.
                                                            
Per info: prof. Bovo 3286891142 – dott.ssa Casti 3384114833

Approfondisci:

Quotidiano Medicina Focus 24/8/15. Sistema motorio nazionale anti-Alzheimer. Ginetto Bovo

Rapporto Mondiale Alzheimer

0
0
0
s2sdefault