testalino master

Organizzazione didattica

L'attività formativa prevede l'acquisizione di complessivi 60 crediti ECTS (1 ECTS - European Credits Transfer System - corrisponde a 25 ore di lavoro dello studente ed include 8 ore di lezioni frontali) ripartiti nelle diverse aree disciplinari; per un totale di 1500 ore.

Frequenza

Le lezioni avranno luogo il venerdì pomeriggio, il  sabato e la domenica da aprile 2016 per 18 mesi. (Circa due volte al mese)

Orario: 9.00-13.00 / 14.00-17.00

La durata complessiva del percorso è di 1500 ore (60 ECTS). 350 ore di tirocinio saranno suddivise presso ASL o strutture convenzionale e dove possibile Associazioni convenzionate. La frequenza alle lezioni è obbligatoria. Per il conseguimento del titolo si richiede non meno dell'75% di presenza per ogni singolo insegnamento e per il totale del monte ore.

INSEGNAMENTI E ORE FRONTALI

  • Elementi di psicologia e pedagogia    42 ore
  • Quadro diagnostico e strumenti di valutazione    14 ore
  • Linee guida regionali, Servizi, Legislazione    21 ore
  • Metodologie di intervento    112 ore
  • Tirocinio    350 ore

Docenti

Direttore scientifico: prof. Giuseppe Maurizio Arduino Psicologo, Psicoterapeuta, Specialista in Psicologia Clinica. Responsabile del Centro Autismo e Sindrome di Asperger (C.A.S.A.) - A.S.L. CN1 - Presidio Ospedaliero di Mondovì - Struttura di Neuropsichiatria Infantile, componente e coordinatore del "Coordinamento regionale per l'autismo" della Regione Piemonte, già membro del Tavolo Nazionale Autismo presso il Ministero della Salute, componente del Comitato scientifico di ANGSA, di Autismo Italia, del Progetto Autismo PRIA della Regione Emilia Romagna; Condirettore della rivista "Autismo e disturbi dello sviluppo. Giornale italiano di ricerca clinica e psicoeducativa".

Docenti dell’ultima edizione: Paolo Bailo, Flavia Caretto, Marco De Caris, Stefania Durando, Raffaella Faggioli, Franco Fioretto, Marina Gandione, Giovanni Geninatti, Elisabetta Gonella, Cristina Meini, Paolo Moderato, Paola Molina, Bert Pichal, Ezio Risatti, Enrico Rolla, Sonya Sabbatino, Silvano Solari, Francesca Vinai, Cesarina Xaiz, Marilena Zacchini.

Metodologia

La metodologia didattica prevede, oltre alle lezioni frontali, seminari, laboratori, lavori di gruppo con lettura e commento, simulazioni e discussione di casi, attività pratiche sul campo. Ciascun iscritto sarà accompagnato da un Tutor, che provvederà a monitorare l'avanzamento nel percorso di formazione.

Il tirocinio verrà svolto su progetti individuali ad indirizzo cognitivo comportamentale, concordati con il Direttore del Master e il Coordinatore didattico. Il tirocinio prevede una parte in ASL o presso strutture convenzionate con le ASL che presentino servizi di eccellenza per pazienti con autismo. Dove possibile, una parte del tirocinio sarà svolta presso le Associazioni delle famiglie di soggetti autistici.

Valutazione in itinere e finale

Le verifiche saranno effettuate al termine dei vari insegnamenti sui contenuti del corso e periodicamente sull’esperienza di tirocinio concordata. La prova finale consisterà in un project work basato sull’esperienza di tirocinio. I criteri di Valutazione della Prova Finale riguarderanno:

  • inquadramento del caso scelto in ottica multidisciplinare e coerentemente con il protocollo diagnostico seguito, alla luce anche dei principali contributi di ricerca sul tema;
  • strutturazione e pianificazione di un intervento riabilitativo di matrice cognitivo comportamentale, coerente con i bisogni individuati e integrato nel contesto istituzionale, scolastico e familiare in cui il soggetto è inserito e conforme alle normative che regolano i servizi socio assistenziali, educativi, di istruzione;
  • individuazione e pianificazione di modalità di valutazione dell’efficacia dell'intervento adeguate e identificazione e predisposizione degli strumenti per la conduzione della stessa.