SPORTELLO D’ASCOLTO GRATUITO  SU.PER.A. il G.A.P. - SUpporto alle PERsone che Affrontano il Gioco d’Azzardo Patologico.

Lo sportello d’ascolto è aperto il mercoledì dalle 14.00 alle 18.00 a partire dall’11 febbraio 2015. Prossimo incontro di formazione interna: venerdì 13 febbraio ore 14.00-18.00.

Biblioteca Mario Viglietti, Piazza Conti di Rebaudengo 22 a Torino. Per prendere un appuntamento scrivere a gap@ius.to o telefonare allo 011 0447748.

Inaugurazione 4 febbraio 2015 ore 14.30 - 16.00.

Ingresso libero. Aula Calonghi. Piazza Conti di Rebaudengo 22, Torino.

Comunicato stampa

Interverranno:

  • Nadia CONTICELLI - Presidente della Circoscrizione 6 - Città di Torino;
  • Ezio RISATTI -Preside dell'Istituto Universitario Salesiano Torino (IUSTO) Rebaudengo;
  • Alessio ROCCHI - Referente attuativo del progetto e Direttore generale di IUSTO;
  • Massimo GIUSIO - Avvocato, esperto e docente in vittimologia;
  • Luigi BERZANO - Professore ordinario dell'Università di Torino e docente di Sociologia al IUSTO;
  • Augusto CONSOLI - Medico psichiatra, Direttore del Dipartimento di Patologia delle Dipendenze “C. Olievenstein” ASL TO2;
  • Claudia CHIAVARINO - Coordinatore del progetto e Responsabile della Ricerca Universitaria di IUSTO;
  • Alessandra SCHIATTI - Supervisore clinico del progetto e Responsabile dei Corsi di Laurea in Psicologia di IUSTO.

Iniziativa con il contributo della Circoscrizione 6 della Città di Torino.

03/02/2015 - Ultima normativa della Regione

Foto

Rassegna Stampa

Servizio di sportello d’ascolto gratuito per le persone con dipendenza da gioco d’azzardo e i loro familiari.

Il servizio è offerto da operatori volontari formati ad hoc tra cui laureati in Psicologia IUSTO Rebaudengo, gestito e supervisionato da psicologi clinici. Nel caso di utenti stranieri, è previsto il supporto di mediatori interculturali. Lo sportello sarà attivo per 10 mesi all'anno.
Lo sportello è finalizzato a:

  • fornire accoglienza e sostegno psicologico alle persone con dipendenza da gioco d’azzardo e ai loro familiari.
  • indirizzare gli utenti alle risorse del territorio più adeguate per le loro attuali difficoltà (es. strutture specializzate del servizio sanitario, servizi sociali, assistenza legale…).

Gruppo di Auto-Mutuo-Aiuto (AMA) per i familiari delle persone con dipendenza dal gioco d’azzardo. (In fase di attivazione)

I gruppi AMA sono gruppi formati da un numero limitato di persone che condividono lo stesso disagio e si aiutano a superarlo attraverso il reciproco sostegno. Sono nati negli Stati Uniti nel 1935 e sono rivolti sia alle persone che soffrono di particolari problematiche, sia ai loro familiari. Di recente hanno iniziato a diffondersi anche in Italia, grazie egli effettivi risultati positivi, i gruppi AMA diretti ai familiari di persone che soffrono di gioco d’azzardo patologico.

0
0
0
s2sdefault